Sola

HO PAURA DI ESSERE ME STESSA

Autrice: Claudia Sara
Articolo

Dicembre 21, 2021

Ho paura, ma non so di cosa. Tu, di che cosa hai paura?”


Generalmente, quando viene rivolta questa domanda, tra le risposte primeggia la paura della morte e della sofferenza.

Queste sono le paure universali, frutto della nostra evoluzione e profondamente radicate in ciascuno di noi.


Ma sono davvero solo queste le paure più grandi che vivi?


In realtà esiste una paura più connessa al presente, meno ipotetica e più concreta, che può avere pesanti effetti sulla qualità della tua vita interiore ed esteriore: è la paura di chi sei, di ciò che pensi, di ciò che desideri e di ciò che fai!

Ma cosa alimenta questa paura?


Vivi con te stessa 24 ore su 24, sette giorni su sette, senza ferie e permessi, ma spesso questa convivenza non è un aiuto alla scoperta e affermazione della tua autenticità anzi, la impedisce ed ostacola. Ciò accade per colpa del giudizio: temiamo così tanto ciò che potranno dire o pensare gli altri di noi, che tendiamo a plasmare il nostro comportamento e le nostre azioni per piacere, essere accettate e riconosciute.

Del resto siamo “animali sociali” e per vivere abbiamo estremo bisogno di essere visti e accettati, ma la paura di non essere “abbastanza” ci allontana da noi stesse, sempre di più.

Quanto gli altri agiscono sulla tua paura?


E’ come se ti vedessi sempre più sfuocata fino al punto di non riuscire a distinguere la tua sagoma in lontananza, a non riconoscerti.


Quello che pensano, o potrebbero pensare gli altri di te influisce moltissimo sulle decisioni che prendi, sul tuo modo di relazionarti e sulla direzione dei tuoi pensieri e dei tuoi gesti.


Quanto il dubbio, quel “.. E se…” condiziona la tua vita?

Quanto spazio di manovra lasci alla paura del giudizio altrui?

E quanto invece alla tua individualità?


Può darsi che a volte tu abbia la sensazione che non esista uno spazio per essere te stessa, per dire davvero ciò che senti e ciò che pensi, senza preoccuparti degli effetti nell’altro.
Non sei sola, respira e cerca di non farti prendere dal panico.


Tutte noi conosciamo questa sensazione e quello che ne deriva: ansia, vista annebbiata, smarrimento.


Viviamo la nostra vita con il terrore che chi è intorno a noi scopra ciò che siamo veramente e che questa scoperta non porti a nulla di buono, per questo ci adeguiamo! Per evitare giudizi negativi, per evitare di essere isolate e abbandonate, senza capire quanto in realtà seguire questa strada ci porti ad abbandonare e isolare la parte più profonda e autentica di noi stesse.


E’ come se ci fossimo vestite a strati per affrontare il gelido inverno ma ora non riuscissimo più
a spogliarci di quegli abiti pesanti che limitano la nostra libertà espressiva.


Osho dice: “Tu non puoi essere altro che te stesso. Allora rilassati. L’esistenza ha bisogno di te così come sei”

Come faccio ad essere me stessa?


Inizia con il togliere tutti i tuoi strati, uno ad uno. Devi spogliarti degli artefici e dei fronzoli che hai accumulato negli anni. Elimina le menzogne e i travestimenti che indossi da tempo e inizia ad accettarti e a mostrarti per quello che sei davvero. La tua autostima ti sta chiamando, rispondile e non fare finta di nulla!


Analizza una ad una le tue relazioni più importanti e cerca di attribuire un punteggio alla tua autenticità e spontaneità: quanto sei te stessa da uno a dieci? quanto ti limiti e quanto ti modelli sulla base delle aspettative?


Dopo aver trovato le risposte, inizia a fare dei piccoli cambiamenti, ad eliminare i filtri e ad essere sempre più te stessa. Non avere paura. E’ difficile, lo so, ma questo è il tuo momento.

Non pensare alle conseguenze e goditi il presente.

Proprio così! Chi comprende ti rimarrà vicino, chi non lo farà prenderà altre strade.


Chiediti quanto le persone che si allontaneranno da te dopo il tuo disvelamento ti conoscevano davvero, e quanto la loro vicinanza sia, oggi, davvero importante per te.


E’ inevitabile, ci saranno dei cambiamenti ma molti di questi ti daranno energie nuove e ti faranno sperimentare un nuovo modo di “essere” e di “stare”.


Tieni un piccolo diario a portata di mano sul quale annotare:


le parti di te che ti spaventano di più e che pensi possano spaventare gli altri;
i passi del tuo percorso, così da poterli rileggere e comprendere a pieno;


Accogli ciò che viene con un sorriso ma piangi se ne senti il bisogno. Non fingere e non nasconderti più. Convinciti che sei bella così come sei, con le tue fragilità e debolezze.
Non avere paura di scoprirti e di mostrarti autentica e chiedi il supporto di una professionista nel
caso sentissi di non farcela da sola.
Se hai bisogno di aiuto puoi richiedere una consulenza direttamente con me.

Di seguito troverai il video con il focus di questo articolo che ti porterà direttamente al canale YouTube di “Oggi mi sento”: mi raccomando, ricordati di iscriverti al canale e di cliccare sulla campanella in alto a destra per restare sempre aggiornata! Verrai avvisata ogni volta che pubblicheremo nuovi contenuti!

Potrebbe interessarti anche...

Consulta gli articoli
amore e psiche
Dea
Valeria Aliberti

Amore e Psiche: c’era una volta…

Amore è un dio, questo ci dicono gli antenati. Eppure una delle più famose storie su Amore giunta sino a noi oggi non assomiglia affatto alle fiabe romantiche che subito si formano nella nostra testa se pensiamo al concetto di

Leggi di più
Specchio specchio delle mie brame
Brutta
Fanny Bellio

SPECCHIO SPECCHIO DELLE MIE BRAME …

Chi è la più magra del reame? “La strada per dimagrire è tutta insalata” Quello che avete appena letto è un simpatico aforisma che si trova sul web cercando frasi simpatiche o motivazionali-divertenti sulla dieta. Giuro che mi sono “piegata in

Leggi di più
papà supereroi
Consapevole
Martina Melis

Papà: anche i supereroi possono chiedere aiuto

Oggi vorrei portarvi a riflettere su quella che è una figura fondamentale nella cura dei figli, che dovrebbe essere, assieme alla mamma, complementare nella loro gestione: IL PAPÀ. Abbiamo fatto passi da gigante negli ultimi decenni. Già. Il papà, da

Leggi di più
Arrabbiata
Valeria Aliberti

Shakira e Medea: tra mito e mondo moderno

Shakira è stata al centro di moltissimi contenuti in queste ultime settimane, al punto che anche i meno appassionati di gossip se ne sono dovuti fare una ragione. Questo articolo esula di molto dal mio modo usuale di scrivere del

Leggi di più
mito
Dea
Valeria Aliberti

LA POETICA DEL MITO

“Il mito è una storia sacra che ebbe luogo all’inizio dei tempi”Uberto Pestalozza¹ Mito/mì.to/Dal greco mythos: parola, narrazione, favola, leggenda. Non voglio parlarvi del mito dandone una definizione da dizionario. Certo ne sarei perfettamente in grado, e chi non lo

Leggi di più

Percorsi

Come ti senti oggi?
È importante che tu riconosca ogni giorno i tuoi stati d’animo. Positivi o negativi che siano, troverai supporto cliccando sul percorso più adatto a te.
Perché Saper restare con le proprie emozioni, saperle ascoltare, ma soprattutto, saperle riconoscere, è un grande passo verso il benessere consapevole!

Sola

Ma anche ignorata, trascurata, tradita o abbandonata.

Sola

Vai

Ansiosa

Ma anche angosciata, inquieta o spaventata.

Ansiosa

Vai

Frustrata

Ma anche triste, delusa o stanca mentalmente.

Frustrata

Vai

Brutta

Ma anche grassa, derisa, difettosa, insicura o criticata.

Brutta

Vai

Invidiosa

Ma anche incapace, insoddisfatta o rancorosa.

Invidiosa

Vai

Strega

Ma anche connessa, ispirata, curiosa o intuitiva.

Strega

Vai

Consapevole

E pronta per prendere in mano la mia vita per renderla unica.

Consapevole

Vai

Arrabbiata

Ma anche nervosa, repressa e piena di emozioni negative.

Arrabbiata

Vai

Pessima madre

Ci vogliono far credere che esista la madre perfetta. Ma non è vero.

Pessima madre

Vai

Dea

Un viaggio nei volti estatici del femminile sacro

Dea

Vai